Pulcinella - Diego Petriccione

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search

Trase ccà dinto pe' vedé tutte 'e libbre ca ce stanno ncopp''o Wikisource Napulitano.

Pulcinella  (1921)  by Diego Petriccione
Pulcinella
[ 1 ]

BIBLIOTECA TEATRALE

GENNARELLI

diretta da Carlo de Flaviis



Pulcinella


DRAMMA IN UN ATTO


DI


DIEGO PETRICCIONE






Casa Editrice Italiana

Cav. EMILIO GENNARELLI & C.

Monteoliveto 39-40 - Napoli - Tel. 30-60

[ 2 ] [ 3 ]
BIBLIOTECA TEATRALE GENNARELLI
diretta da CARLO DE FLAVIIS


DIEGO PETRICCIONE
----




PULCINELLA


DRAMMA IN UN ATTO







NAPOLI
Casa Editrice Italiana Cav. Emilio Gennarelli e C.
Monteoliveto, 39 e 40 - Telef. 30-60
1921
[ 4 ]



Proprietà riservata

(Per ottenere il diritto di rappresentazione, rivolgersi all'Agenzia generale della Società degli Autori per il Repertorio dialettale napoletano Napoli - Via Bisignano, 42).



[ 5 ]

PERSONAGGI
----

Don RAFELE ALTAVILLA

Donna RACHELA, sua moglie

GIACOMINO, loro figlio

Donna ROSA TAMMARO

Don ANIELLO, suo marito

IL CAPRAIO

I piccoli amici di Giacomino


A Napoli [ 6 ] [ 7 ]

ATTO UNICO

la scena:— Una povera stanza che dà su un terrazzo, sul quale guarda la larga vetrata con un'unica apertura a finestra. Dal terrazzo, percorrendolo lungo la vetrata si accede alla casa. La stanza è esagonale. Dall'ampia vetrata si ammira, lontano, il panorama di Napoli, il golfo divino e la lunga distesa dei paesi vesuviani fino alla penisola sorrentina. Sono le ore ultime del pomeriggio. Verso il proscenio, nel punto meno esposto della stanza a destra, è un lettuccio, ma messo un po' innanzi, perchè circoli più liberamente l'aria a sollievo del piccolo Giacomino, che vi giace malato. — Avanti a sinistra, una tavola non grande ma rotonda, sulla quale è un lume a petrolio con ventola. — A sinistra dell'attore è la porta comune, alla quale si accede venendo appunto dal terrazzo. — Pochi mobili, qualche sedia di paglia comune, di quelle che si adoperano nelle chiese. In fondo un attaccapanni, al quale è sospesa una giacca da uomo, un cappello e qualche altro panno — Un lavandino con un bicchiere sopra pel latte. Sul lavandino è uno specchio di una certa grandezza, ma vecchio pel lungo uso. Un altro uscio a sinistra, che mette in un' altra stanzetta. — La stanza è ancora in piena luce. Poi, a mano a mano, l'oscurità del crepuscolo la invade tutta.
[ 8 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/8 [ 9 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/9 [ 10 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/10 [ 11 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/11 [ 12 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/12 [ 13 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/13 [ 14 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/14 [ 15 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/15 [ 16 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/16 [ 17 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/17 [ 18 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/18 [ 19 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/19 [ 20 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/20 [ 21 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/21 [ 22 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/22 [ 23 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/23 [ 24 ]Page:Pulcinella - Dramma in un atto.djvu/24