Page:Teatro - Salvatore di Giacomo.djvu/80

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been validated.
74
'o voto

Don Marco

Vintuno ’o tintore!...

Rafele

E trenta ’o popolo piccolo! Meza lira pedóno...

Annetiello

Addo’ pustiero! A cauro, a cauro!...

(s’avviano al « Banco del Lotto »)

Una donna a una finestra

Tenite, Annetie’!... Quatto solde pure pe mme! Ambo e terno!... Butta nella strada i quattro soldi avvolti in un pezzetto di carta.Si ode ancora romoreggiare, nel vicolo, la folla. Marco, Annetiello e Rafele entrano nel « Banco del Lotto ».


La tela.