Page:Teatro - Salvatore di Giacomo.djvu/78

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been validated.
72
'o voto

Vito

(al brigadiere)

Embè! Iammo ncoppa! Ce voglio vení!

Donna Rosa

(facendosi largo)

Addo’ sta? ’A voglio vedé!

Il Brigadiere

Indietro! (afferra Vito pel braccio)

Vito

Nun avite appaura ca io nun mme ne fuio... Lassateme piglià ’a coppola...

Assunta

Datele ’a coppola! (glie la portano)

Gran confusione, urtoni, urti, invettive. La folla ingrossata muove verso il vico a sinistra. Vito è tra il brigadiere e la guardia che trascina pur Cristina. La tintoria resta vuota.

Sufia

(afferrando una bambinella che grida)

’E chi è sta piccerella? A chi è figlia, sta guagliona?...