Page:Teatro - Salvatore di Giacomo.djvu/56

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been validated.
50
'o voto

Cristina

(sottovoce, sorridendo)

Sì...

Vito

E... pecché?

Cristina

(lo guarda. Poi, dopo un silenzio)

Pe niente.

Vito

Niente é troppo poco... (s’alza e le si accosta)

Cristina

(fa per tornarsene)

Bonasera...

Vito

Aspettate... Mme vulite dá nu surzo d’acqua?

Cristina

(porge la bottiglia)

Tenite...

Vito

(dopo aver bevuto)

E io ve ringrazio... (Cristina gli porge il suo grembiale a cui Vito asciuga le labbra). E ve ringrazio pure d’ ’a rosa... (non lascia la cocca del grembiale).