Page:Teatro - Salvatore di Giacomo.djvu/45

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been validated.
39
atto primo

tiempo perduto! Hanno muzzecá ccá nfaccia! (Si tocca il gomito) Io faccio chello ca mme pare e piace a me!

Donna Rosa

(urlando)

E fallo, fallo! Chi te dice niente?! Chi vo’ niente a te? Fallo! Fallo!

Vito

(urlando anche lui)

E pecché venite ccá bbascio? Pecché ve facite vení tutte sti tirepetirre? Io sto malato!... Vuie a chi vulite atterrá? Vuie site, ca mme vulite vedé muorto!

Marco

Zitto, embé!

Donna Rosa

Io! Io, ové? (al Cristo) Tu ’o siente?

Vito

Sì, sì, vuie proprio! Vuie site stata ca mm’avite fatto accussì! Ca si mm’avisseve fatto’ e n’ata manera, c’’a bbona salute, tutto chesto nun succedarria! A chi aggia ringraziá? Nun aggia ringraziá a vuie?

(Le volta le spalle ed entra nella bottega)