Page:Teatro - Salvatore di Giacomo.djvu/17

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been validated.
11
atto primo

Sufia

Rafè, ’a mamma ha saputo niente?

Rafele

C’ha dda sapé? Chella sta ’a casa...

Giovannina

(mostrando la bambina che ha per mano)

Si nun tenesse a chesta ’a iesse a chiammà io...

Sufia

Overo! Chella povera vecchia!

Rafele

Gnernò, assate ’a ì! Ca chella si scenne ccá bascio revota ’o quartiere!

Assunta

No, io, ’a verità, ’a iesse a chiammà!...

Rafele

Chillo sta buono!

Don Marco

(dalla tintoria, con un baciletto di stagno in mano)

Ma ch’ebbreca! Nu fatto che succede ogn’anno na vota e uno nun se po’ manco abbuscà na nzagnata!