Page:Teatro - Menotti Bianchi.djvu/192

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been validated.
— 170 —


Vicienzo, guardame, i' sto cca!.. Cca, vicino a te! È nu suonno! No, no! nun po essere no! nun po essere!!.. Tu si vivo. No, no, nun pazzià!! (Con disperazione) Veciè! Vecienzo!...

'Gnesa


(Fa per tirarla dal cancello) Matalè! Matalè! Vuie che facite? Arraggiunate!.. Si 'a gente ve vede... 'O marito vuosto...

Matalena


(La fissa come una forsennata) 'O marito mio?... E vuie chi site?.

'Gnesa


'Gnesa. Chè? nun m'avite afficurato?

Matalena


(Indica il morto). Me l'hanno acciso! Me l'hanno acciso!..

'Gnesa


Venitevenne... Mò che vulite fà? 'A gente po' parla e taglia.. E vuie avite 'a dà cunto.

Matalena


Me l'hanno acciso! L'hanno acciso!

'Gnesa


Curaggio, Matalè, dateve curaggio!....