Page:Teatro - Libero Bovio.djvu/154

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been proofread.


SERRAFINA

E pecchè no?... Comme se dice? Chi non accetta... non merita...

(e ride ancora)

FERDINANDINO

(eccitato, afferrando la bionda testina di Munacella, e stringendosela al cuore:)

Dio!... Dio!... quanto me piace!...

(e canta:)

”Son fili d'oro i tuoi capelli biondi,
e la boccuccia addora!„

..... E me ne daie 'na ciocca?

SERRAFINA

(accostandosi, e trattenendo la mano di Ferdinandino:)

Lassa...

FERDINANDINO

(traballando)

Che è?...

SERRAFINA

(rocca e sinistra)

Chesta non è comm'a me... Lassa!...
(ora canta con voce di femmina, accompagnandosi con la chitarra, mentre Ascione gli sgambetta d'intorno, parte-