Page:Teatro - Libero Bovio.djvu/152

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been proofread.
144
'O PRUFESSORE

SERRAFINA

'O cumpagno d' 'o ... (accorgendosi del turbamento di Mattia:)... Pardò... (ride)... Ubberto m' 'o 'mparaie: ca cunfromme uno esce d'a 'o singo, piglia e ddice: ”Pardò...„ Nun se dice accussì?

MATTIA

(con un fil di voce:)

Sì...

SERRAFINA

... Vedite si ve dico buscia?!...

(... dà in uno scroscio di risa.)

Luigino si è, ora, mezzo abbandonato sul tavolo ove siede Nunziatina. 'Mbomma fa dei piccoli passi, or verso destra, or verso sinistra, e fa sempre vibrare una corda della chitarra.
Ferdinandino Ascione siede a cavalcione d'una sedia, presso la toelette, e Munacella, che gli è dappresso, si diverte a strappargli il ciuffo.

NUNZIATINA

(a Luigino, sottovoce:)

Pecchè ll'ê fatto saglì?

LUIGINO

E che sso' stat' j'?...

NUNZIATINA

(accennando a Mattia:)

Pare nu Cristo 'ncroce... nun 'o vire?...