Page:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/89

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.
79
Signorine

AMAUA

E bravo, aie ragione nemora tu!... Tieni* c**talo rimiro c mettiti un grembiale pulito che adesso tiene gente.

AMALIA * .W»o.

Scrivete 'a i2ia >

SISINA

No, signora: è il mio diano.

AMALIA

Ah... E. che cosa è, signuri ?

SISINA

Sono le mie impressioni che scrivo coti giorno per giorno...

AMALIA LotZMr a riapro* ero.

E nun ve muoiale 'a capa, bella mia voi dovete »ta tranquilla qua. N' altro mete di quest* aria di Pugliano sà come vi late I Avete veduto che panorama tenete al terzo piano ? Voi dovete fa contenta a mammà; quella v’ìia cresciuta senza padre... Sta dentro a un Ietto... Speriamo che 1* aria come fa bene a lei lo faccia pur anche a voi. Allegrai Voi dovete stare allegra.

SISINA ha un goto vago.

Ehi... (Legge; Ore sei. * Mi giunge il coro di quelle che fanno la vendemmia al sole. Tramonta il sole... (Si commuove) come le mie speranze I... (Piange).

AMALIA

’O vvedite ? E che n* avit* ’a fa’, figlia bella 1 State ve di buon* animo. Fortunatamente come se dice, alla

napoletana ? gli uomini vanno a due soldi il mondone