Page:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/88

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.
78
Signorine

SISINA ripelr, come tccom pugnando il coro.

Na pigna d’ uva a mme C nu vasillo a ttc... (Ha un lungo MMpiro).

AMALIA toffiando »ul caffè.

Quelle sono più (elici di noi I Non vi pare, Sisi ?

S1SINA poetica.

Un visino... una falcetto... il vespero... i grappoli d'oro a penduli...

AMALIA Non ho capilo, signori I

SISINA crolla il capo e non risponde.

AMALIA esaminando il caffè.

Giesù, e chesta me l'ha abbrusciato tutto quanto stu ccafe (ChUtBMido) Cannela...

SISINA viene dal (ondo, «iede al tavolo, tira fuori dal corpetto un quaderno e dice.

Piglio nu poco la penna, signò... permesso ?

AMALIA

Fate, fate come se fosse casa vostra.

(Dalla dertra viene Carmela).

AMALIA a Carmela.

Fifllia mia, e questo è carbonizzato, guarda qua. Pure so denari che si spendono... A 3 e 60 il chilo !... Quello si deve fare a fuoco lento... cu’ ’o ppoco ’e pazienza... piano piano...

CARMELA

Vuie che vulite a me? Io so* stata tre ore nfaccia

'abbrustulaturo.