Page:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/2

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.


AL MOLTO

MAG. SIGNOR

E PATRON MIO

OSSERVANDISS.


Il Sig. Gio. Pietro Crollalanza.


L’è zà gran tempo (molto Mag. Segnò me) che dexiro de havei occaxion pe ra quà posse dà a V.S. un sazo dell’affettion che porto a re sò lodeive qualitè, ni moè a questo me desiderio hò possuo dà compimento, non essendomesse presentaou sogetto, che a parei me ve dovesse esse caro. Si come haora me dago a cre che ve degie esse questo, che ra mea bonna sorte m’hà feto