Page:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/15

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.



16.
Che se beu* doce in vista voi parei
Dentro sei crua, e dura como pria
Ma perchè in o Prion nassua sei
No è maraveggia che sei dura pria,
Anzi dre prie chiu durezza havei
Che tanto picca l'egua su ra pria
Cha ra pertuxa in fin, ma pertuzà
Moe* no ve posso mi per lagrimà.

17.
Ma como scoggi pesti, e sbattuggiè
Da marinna, e da vento in compagnia,
Chi moè se movan donde son chiantè
Anzi se fan chiu duri, e chiu de pria,
Cosi* voi donna dura chiù ve fe
Pe ro mà dro mè chiento tutta via
E pe ro vento dri suspiri mè
Ni ro Ponton ve movereiva un pè.

18.
Se ben son vostro, e voi sei ro mè cuò.
Un bon'oggio à mi Poro moè no arvi*
Per che chiu cha de sasso havei ro cuò
Ni chianzando ro posso inteneri,*
Anzi in un sasso chi botta egua fuò
Amò per voi m'ha feto converti*
Si che esto dè d'Amo Zeneixe pà
Possa che tenti cangi o l'usa fà.