Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/350

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.


II.

Solo la Morte, don Cicci, se viene,
tu non puoi dirgli : « Torna un altro giorno. »
Non è nu viaggio di andata e ritorno,
c’ uno penza : <.< Lo faccio ? Mi conviene ? »

In quanto al resto ?.... Soffrirai le pene
se, mettiamo, tua moglie ti fa un corno ?
Ma l’offeso chi è ?.... Di chi, lo scorno ?

La mandi via, e poi tutto va bene!

L’ offesa, don Cicci, questo si sa,
non è mica di chi se la riceve,
ma è sempre, mo’ ce vo’, di chi la fa !

Se resti solo al mondo, allora è brutto !

Ma se nce stanno i figli, te sullieve !
Diceva bene quello ! Il figlio è tutto !