Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/345

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.


Bambino dunque, nun me so' spassato!
Adulto, j>eggio ! Che te vuò spassà !

So’ stato sempre assai preoccupato,
pieno de guai e de difficoltà...

E cosi, nella vita, io so’ restato
sentenno ’e tanta cose raggiunà,
senza putè risponnere: Ho guardato!

Ho visto questa o quella novità!

Un giorno, mi ricordo, sopra il Molo,
vidi le guarattelle, di passata...

Ma in quanto al resto, ho visto quello solo

Non ho fatto n’ uscita co n’ amico !

E seppi che cos’era ’a cioccolata
quando morì mio padre, al vico Fico...