Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/343

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.


341

III.

E se no, statt’in casa! È più prudente!

E se tua moglie non sente il consiglio,
tu fancillo senti col panesiglio!

Nu buono parcarone, e tutt’ è niente!

Ma se sape! Oggidì presentemente
la donna, quann’ è donna, abbada al figlio!
Tu, suo marito, se ti fai coniglio,
è certo 1 Finirai pazzo e pezzente!...

Chi fa il passo più lungo della gamma,
vinge la corsa, questo è positivo!

Ma quann’è doppo, se puzza d’’a famma !

Tenendo capa, invece, uno ti ammira!

E, conservando il tuo corrispettivo,
sei nu signore, e spute nfaccia ’a lira!