Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/337

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.


DISCORSI DI CARNEVALE

I.

— Ql'f.st’ anxo qua, mia moglie, v’assicuro
ha fatto un sanguinaccio, ma, a quel Dio !..
Vi dico proprio, don Fulgenzio, mio,
un superscicco ! Nè mollo, nè duro...

Na cosa vellutata ! Un gusto puro !...

Ma... perchè il sangue 1’ ho acquistato io !...
Gi andammo con don Cesare Desio
ed il cognato delle Carraturo...

Proprio al Macello ! Almeno, don Fulgè,
ti vedi il fatto tuo di causa e scienza !

«

Come il Cielo comanda ! E quello eh ’è !...

Si sa! Gi perdo una giornata intera,
ma intanto dico al porco : Abbi pazienza !
La scannatura la voglio singera !...