Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/331

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.


Ili

Ma mo’, per ogni cosa, caro mio.
non solo sei sporpato infine agli ossi,
ma. se protesti, t'un voglia mai ‘e Dio !)
ti tocca di vedere i topi rossi!

Pochi soldi di rendita riscossi
se li pappa il Governo, e t’’o ddich’ io !
Si poco stanno, questi pezzi grossi
d schiàfiano na tassa sul golio!

Non mi farebbe niente meraviglia
se domani votassero a ciammielle
nu rammaglietto ad uso di famiglia,

die ti significasse, muollo muollo:

« Pe nu soldo d’aulive e chiapparielle
noe vo’ na lira e vinte ’e carta ’e bollo ! »