Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/313

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.


(Quella. I’ Europa, è tinta uno scacchiere!...
Giocate, e la tenete nelle mani !...

Lo dovevi supporre, ohe i Balcani
te lo avrebbero dato, un dispiacere!!

E se tu mi chiamavi, oggi o domani,

io non ti avrei negato il mio parere!

— « Come stanno le cose ? Bianche o nere ?»

— «Nere, Maestà! Tirate i vostri piani! »

Ma no! Tu crei na zòccola Reggina,
vuoi dichiarare erede suo fratello,
ti metti in urto colla Scuppicina...

Valquantodire, caro don Ciccillo,
che volevi pigliarlo, il paparello !

Tu nun si’ Re! Tu si’ nu zi-Pichillo !...