Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/308

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.


Quello, quando la donna è una givetta
va trovando pelée col proprio aniandc
per tenersene infresco chi sa quande
senza nessuna indenzione retta.

Ti combiego i capelli e la spiletta
perchè sonuso affare 1’ atto grande
che sai se sono disinderessande
e non ttù tengo niende per vendetta !

Signiorina ! Così tutto è finito
e vi dico apparala mia d' onore
non troverete mai ad un marito.

La broscia mia che io vi regalò,
se la volete dare al porcitore.

Mi firmo e sono

Armando Filicò