Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/251

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been proofread.
249
piccola borghesia



III.



Io come debbo fa'? Parlate voi!
Sto fuori casa tutto il santo giorno!
Faccio i capelli bianchi andando attorno
pe m'arrangià, sia detto fra di noi,

mo' che i denari vanno cari, e poi
trovo ll'opera 'e pupe al mio ritorno!
St'unico figlio, cu sta faccia 'e cuorno,
peggia d' 'e ccorne de nu paro 'e vuoi!

Stasera, con lo stomaco pesante,
mi ritiro penzando nfra di me
di pigliarmi una cosa amaricante...

Embè, vado per dire a stu guaglione
che me purtasse n'aceno 'e cafè,
chillo me porta... n'uovo 'e scarrafone!