Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/244

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been proofread.
242
piccola borghesia



III.



Adesso l'imbroglione piglia e saglie!
Hanno fatto l'Italia!... Ma pecchè?...
Per fare luce a tutte sti ccanaglie?
Io me so' ritirato...! E questo c'è!

State seguendo stu processo?... Embè:
chi sono i latri, in quella nzerta d'aglie?
Tu maggistrato, non prendere abbaglie!
Llà cade tutto, llà, secondo me!...

Non è stufosa... Adesso fo venire
na cognacchina, pe nge l'appoggià,
e poterle più presto diggerire...

Povera Italia!... Tutto, si è perduto!...
.... Mò me ne mmocco un'altra, 'a verità!...
Ve lo confesso... Sono cannaruto!