Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/234

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been proofread.
232
piccola borghesia


V.


...E voi, che fate?... —E che volete? Io resto..
Siamo rimasti quattro gatte, in casa!...
A quale scopo fa' stu scasa e ncasa?
Poi mi fa male a uscire, e non mi vesto!

Me so' fatta gravante! Il cuore è lesto
ma il corpo!... Quante volte so' rimmasa
cu 'a bocca aperta, chiara e persuasa
che i mètici mi impongono il siquesto?!

«Uscite raramente, ca si no
vi può venire un tocco scarlatino!...»
E se poi mi verrebbo, io come fo?

Ogge è un'urgenza, perciò sono uscita!
Pe comprà uno specifo al cagnolino
perchè tiene una colica nefrita...