Page:Poesie napoletane - Ferdinando Russo.djvu/152

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been proofread.
150
poemetti del cuore



III.



Mo doppo tanto tiempo è muorto Ammore
e ’a passione se n’ è ghiuta a mare!
Resta l’ affanno appantanato ’ncore,
restano ll’ nocchie, lacremanno amare!
’A vita è chesta! Ajere me dicive
ca nun putive sta luntano ’a me,
ogge è nu muorto ca te sonna e scrive
e ’a sottaterra spasema pe te!