Page:Oláo - Luigi Campesi.djvu/9

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.
— 6 —

Doim€ Vendetta scenda sul maschio sesso,

Muoji lrinigua razza malnata Spenta sia, distrutta, prostrata Maledica il giorno che fu.

ZVon più bene, nè pace essa trovi,

Paghi il fio d’immense sue colpe,

Tutte armate d’astuzie di volpe, Puniremo 1’oltraggio crude!.

Plut.Amici è giusto, nulla si lasci,

Con forza è ardore, su tutti all’opra, Vincer bisogna restar di sopra,

Or dell’iniquo sesso crude).

Son le donne inique, bugiarde, Mensogniere, crudeli, mendaci,

Labbra fide, ma cuori fallaci,

Di perfidia l’esempio pur son.

Miser l’uomo che crede lor ciarle,

Finger sanno bontade, virtude,

Lcro esterno ben spesso ne illude L :m;ras::na in .bisso fatjl.

Uon. ) Maledetta la razza malnata,

Donne) Che ne strugge co! suo malor.

Plot. Phngun spesso, ma è Succo quel pianto, Xon di duolo, di rabbia figlio,

Solo sgorga per metter scompiglio In chi crede a quel finto dolor.

Sono tigri con forme gentili,

Viper, serpi con manto d’armello, Penetrare non puossi mai quello,

Che racchiudon nel perfido cor.

TuttiMaledetta la stirpe esacrata,

Che sa fingere duolo ed amor.

Plut.SI, amici, tale è l’audacia delle donne di lassù, ed è arrivata a tal punto la loro baldanza, che il sesso maschile immense colpe commette per loro cagione; ed è quasi tutto tra volto negli abissi.

Pros.Freno agli insulti, o sposo, e pensa che don-