Page:Oláo - Luigi Campesi.djvu/45

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.
— 42 —

Mar.Morte alle donne!

Asd.Morte!

Pros.(Sciocchi! le figlie del Capriccio basteranno a, sedurvi)

Mar.E quello studentello che anche pretendeva la ramno di Fioretta?

Asd.Resterrà co na parmo de naso, pure isso.

Pros.ifacendosi avanti) No; perchè se voi vi siete adoprati a farmi ingannare; ne pagherete il fio; uno di noi non deve uscir vivo da questo luogo, ne voglio vendetta; voi siete armati, fuori le spade, ed in guardia i curando la sua).

Asd.Trovate asciuto e pierdete st’accunto.

Mar:A questo altro adesso. Signore voi equivocate.

Pros.Non sbaglio, fuori le armi se volete difendere la vostra vita, altrimenti tiro alla cieca. Alò, chi dev’essere il primo?

Asd.Ma sentite.,.

Mar.Ascoltate...

Pros.Non ascolto altro che colui che dice il primo sono io.

Mar.Ma io voleva dirvi...

Pros.Che siete voi il primo, grazie, allora a noi (piazzandosi.)

Mar.Aspettate. D. Asdrubale cominciate voi.

Asd.A chi? (Io già sò muorto pe la paura.) No marchè, fa tu, te cedo l’onore flloro se vattene, e io me ne fujo).

Pros.E cosi corpo di bacco , m’avete preso per un imbecille; a noi.

Mar.In tutti i casi bisogna morire, tentiamo.fCreditori, se vi preme i! denaro che mi affidaste , volgete una prece al Cielo per la conservazione dei giorni miei.)

Pros.Ma dico... (con rabbia).

Mar.Sono a voi ( tremante tira Varma e si mette