Page:Oláo - Luigi Campesi.djvu/25

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.
— 22 —

Mar.No, io ne vo’ far vendetta, voglio esterminarla, voglio ammazzarla, darò fuoco alla casina, voglio incendiar questo palazzo; chi mi dà del petrolio... no, è troppo vecchio quésto mezzo, un combustibile, datemi un combustibile... (<cercandosi nelle tasche) E meglio usar yrudenza, e veder le cose a che sì ammettono. (via con Asd.)

Scena V.

Viperina dalla destra.

Vip.E^suoffre, suoffre, che vita nfama,

E cosa proprio da fa schiattare,

Dinto a li scianche farte crepare,

E chesta vita farte mardì.

Scena VI.

Pulcinella di dentro poi fuori} e detta.

Pul.[di dentro)

E schiatta, crepa, ciuccio co varda,

Si cchiù me mperro te rompo Tossa,

E ssa, non farme ccà nauta mossa,

Che te starraggio mo a sdellommà. (fuori) Vip.TSe bell’ o\ co chi T avite?

Pul.Cu chill’uorco mmalurato,

Che la capa m’ha stonato,

E il cervello m5 imbrogliò.

Nè vi’ mo, chillo pretenne Che io lassasse a té sciasciona,

Dimme tu è quistiona,

Che a mazzate a da fernì?

E lo fatto troppo serio,

Chillo museco marditto,

Da chiù tiempo fa lo guitto,