Page:Oláo - Luigi Campesi.djvu/20

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.
— 17 —

ATTO I.


Amenissima campagna: in fondo un placido ruscello che lentamente corre, e su cui riflettono i primi raggi del sole, rende più romantica il sito. A sinistra osteria, a destra cancello che mette al Casino di Fioretta.

Scena I.

D. Asdrubale, Marchesino e Proserpina di dentro.

Asd.(dalla destra)

Vi lu juorno chiù s’avanza,
E Sciirretta non se vede.

Marc. (dalla sinistra)

Maledetto il giorno avanza,
E quell’angelo non scende.

Pros.(di dentro)

Spunta in ciel Falba novella,
Nuove astuzie, nuove guerre,
Più si aizzi la procella,
Ed a’fin sì vincerà.

Asd.

Siente, siè sta mnsecbiello
S’accommenza a lamentà

Mar.

Vedi, vè, lo studentello,
Or principia a declamar.

Scena II.

Coro prima dentro, poi fuori e detti. Coro (di dentro)

La fatica è bella, e doce,
Te rallegra l’arena e core.
Te mantene nferza e voce,
E te face mprofecà. (fuori)