Page:No turco napolitano.djvu/16

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been validated.
14
no turco napolitano

Michele — (alzandosi) —- Ma pecchè non lo vo a d. Carluccio?
Pasquale — E io che ne saccio, quacche vermezzullo tenarrà ncapo. Chesta è la terza vota che lo fa, quanno vene lo notaro che tutto è pronto, essa piglie e dice che non lo vo chiù. Io po, Michele mio, francamente, me metto paura de Carluccio, chillo è malandrino, po essere che me fa quacche cosa.
Michele — Oh, chesto è certo.
Pasquale — Pe tutto Sorriento sà comme lo chiammano? L’ommo de fierro, tanto de la forza che tene.
Michele — (Io pe me lo faccio lo primmo sbruffone!)
Concettella — (con premura) — Signò, signò...
Pasquale — Che è stato?
Concettella — La signora se sta lavanno la faccia.
Pasquale — E che aggia fa?
Concettella — Ve l’aggio voluto dicere, aggio fatto male?
Pasquale— No, ma ne potive fa de meno, se tratta de na lavata de faccia, basta, vattenne ncoppe, e non te movere da vicino a essa.
Concettella — Li ficosecche me li bolite dà?!
Pasquale — Tiene (le dà). Vattenne (Concettella via) Mannaggia quanno maie me so nzurato, non bastano li pensiere de lo negozio, ncè voleva pure chillo de moglierema, me volarria spartere pe mmità, miezo ccà bascio, e miezo ncoppa a la casa mia, e pe ghionta de ruotolo po, figliema se vo spusà no giovene distinto.
Michele — Principà, sta venenno chillo giovene che ha lasciato lo biglietto de visita.
Pasquale — D. Felice Sciosciammocca?
Michele — Sissignore.
Pasquale — Fallo trasì.
Michele — Favorite, favorite.


SCENA VI.


Felice, e detti.

Felice — Grazie tanto. (con lettera).
Pasquale — Favorite, favorite. Vuie site D. Felice Sciosciarnmocca?
Felice — A servirvi.
Pasquale — Favorirmi sempre. Vi ha mandato il Deputato Cardi?
Felice Perfettamente, il quale vi saluta tanto tanto, dice che non vi dimenticate le ficosecche mbuttunate.