Page:'O figlio 'e don Nicola.djvu/24

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has not been proofread.
22
'o figlio 'e don nicola

ATTO SECONDO

Ballatoio di un palazzo al viale Piena in Napoli. I3 quinta a sinistra porta del quartiere di Fladano, 2:l quinta scala da cui si discende. IH quinta poria di casa di F 0T. tunato. 2* quinta idem scala da cui si ascende ai piani superiori. In fondo una gran porta aperta da cui si vede l’interno sfarzosamente illuminalo e moligliati, Ai lati della porta di fondo si vedono due piccole porte, una da servire pel guardaroba e. l’altra pel riposto. Sulla scena vi saranno vasi di piante e lumi accesi sulle pareti come nei palazzi signorili. Sulle due porte laterali vi sono le maniglie dei campanelli, e le targhette di metallo coi relativi nomi degli inquilini. Gran movimento Stilla scena nell’ alzarsi il sipario, come Ji gente che va ad un ballo.

SCENA I.

C LOS EMO nel guardaroba. Biase innanzi alla porta di mezzo prepara i vasi di piante. Ijn facchino che viene dall’ scale a sinistra porta sgabelli e letterini. Luigi camenert ravviva i lumi. Dei suonatori portano trombone, contribasso. All’alzar si del sipario tutti sono occupati

Biase — Iammo vuttammo ’e mmane!

Voce DI donne — Luigi, illuminate subito il salone

Luigi — Subito vi servo, eccellenza.

Voce (c.s.) I professori sono arrivati?

LuiCI — Adesso vengono eccellenza. <}

Biase (ai suonatori) Da chesta parte, da chesta pa,t fesla ’e ballo. (suonatori uicno).