Page:'E Lluce-luce.djvu/252

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been proofread.
250
Poesie

venette ’a mala nova; e sto chiagnenno ’a tanno!
Curaggio! Me fa ’a gente... Me dice ’nu signore:
«Il figlio vostro è morto... Però si è fatto onore!»
È overo!... «E se la Patria, l’Italia nostra ha vinto
ce sta pure ’nu poco ’o figlio vuosto ’a dinto!»
È overo!... È overo!... «E tutte ’sti bandiere e ’sta gioia
nun so’ pure p’ ’o figlio vuosto? P’ ’a gloria soia?»
È overo!... È overo!... «E Trieste ca s’è pigliato e Trento
nun so’ p’ ’o figlio vuosto comm’a a nu munumento?»
È overo! E ognuno ’o ddice e curaggiuso ’o chiamma!
È overo!... È tutto overo!... Ma i’ chiagno... I’ songo ’a mamma!