Page:'A storia nova - Ferdinando Russo.djvu/33

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
This page has been validated.


I.


FIGLIO mio d’oro! Figlio mio d’ammore!
Fa chello che vuò tu... Che t’aggia dì?
Vuò partì?... Parte... Fatte sempe onore...
No, no... nun sto chiagnenno, Pascalì!...
Te benedico!... Va!... Tièneme ncore...
Scriverne sempe!... Te so’ mamma, sì,
ma è mamma pure ’a Patria! É mamma a tutte!
Me guarde ll’uocchie?... E no! Ca songo asciutte!


— 29 —