Dedicatoia

From Wikisource
Jump to navigation Jump to search
Dedicatoia a-a primma ed. de "Ra cittara zeneize"
by Gian Giacomo Cavallo
[ f ]

RA CITTARA

zeneize

Poexie de

Gian Giacomo Cavallo

a ro Ser.mo

GIAN STEVA DORIA

DUXE

de

ZENA




[ - ] [ i ]

SERENISSIMO

SIGNOR

Con che abbiggi aspeta V. Serenité che ghe compoære denanti ra mæ Muza à toccá questa Cittara Zeneize? Con perle? Con gioie de Levante, ò de Ponente? Nò; con quelli ch'à l'hà; con quattro brille à ra Villanna; In habito da Sciabegotta; con brio da fantesca; Con portamento però da Cittenna. Ricca attretanto dra sò liberté quanto paga dra sò continensa. Ro [ ii ]donativo de questo Libretto che a gh'apprezenta, per quanto minimo, sarà assé grande s'ò l'haverà luoego in re Indie de quell'annimo, chi ha per grandessa l'humanité e s'ò sarà illustrou dall'oro de quella Famiggia, che nò per atro è travenou da ra Terra, che per formá Coronne d'Eroi Protettuoi, Defensuoi, e Poæri dra liberté drà sò Patria.

In Zena à 30. de Zugno 1635.

D. V. Serenité

Humiliss. e Devotiss. Servitor
Gian Giacomo Cavalli